Blitz quotidiano
powered by aruba

Padova, muore rettore Basilica Padre Enzo Poiana: infarto al mare

VENEZIA – E’ morto a Bibione, per un malore, Padre Enzo Poiana, rettore del santuario di Sant’Antonio di Padova. Aveva 56 anni. Il religioso era in vacanza a Bibione e pare sia stato colto da un infarto dopo aver fatto il bagno in mare. Poiana era rettore alla comunità dei frati del Santuario dal 2005.

Padre Poiana dopo un bagno in mare era risalito e si era seduto sotto l’ombrellone dove sarebbe stato colto da un infarto. Inutili i tentativi di soccorso. Appena lunedì sera aveva seguito i fuochi d’artificio per la festa di Ferragosto e aveva postato un video sulla sua pagina facebook, poi martedì mattina si era recato in spiaggia. I frati del Santo hanno reso noto che la camera ardente sarà allestita nella Sala del Capitolo – Chiostro della Magnolia; mentre le esequie saranno celebrate in Basilica, in una data ancora stabilire.

“Di padre Enzo Poiana – rilevano i confratelli – ricordiamo la grande umanità, che lo reso vicino a tutti, in particolare alla gente semplice e umile, il grande amore per il nostro Santo. Più volte ha accompagnato le sue Reliquie nel mondo (India, Sri Lanka, Ukraina, Stati Uniti), suscitando sempre vasta eco di devozione. Durante il rettorato di padre Enzo, sono da ricordare l’importante restauro della Cappella dell’Arca e la successiva ostensione del Corpo di Sant’Antonio (febbraio 2010), che ha portato a Padova più di duecentomila pellegrini. In questo momento di dolore, la nostra comunità si sente particolarmente vicina alla mamma e ai suoi fratelli”.

Padre Enzo Poiana era nato a Corona di Mariano del Friuli il 17 gennaio 1959. Il 2 ottobre 1983 era entrato nell’Ordine dei Frati Minori Conventuali, dapprima a Treviso, quindi a Padova-Santo, dove ha compiuto l’anno di noviziato, emettendo la professione temporanea il 6 settembre 1986. Nel seminario maggiore S. Antonio Dottore di Padova-Via S. Massimo, ha completato il corso degli studi-filosofico-teologici. Dopo la professione perpetua, il 17 novembre 1990, era stato ordinato sacerdote nella cattedrale di Gorizia il 7 dicembre 1991 dall’ Arcivescovo P. Antonio Vitale Bommarco. Dopo un periodo a Roma e Trieste, nel 2005 fu nominato Rettore della Basilica di sant’Antonio e in seguito riconfermato. Per il suo impegno pastorale è stato nominato Cappellano Conventuale ad honorem del Sovrano Militare Ordine di Malta, Gran Priorato di Lombardia e Venezia, il 5 giugno 2009. Inoltre, per le relazioni intraprese con la Chiesa Greco-Cattolica di Romania, ha ricevuto la Croce pettorale conferita dal Cardinale Lucian Murean, Arcivescovo e Metropolita di Alba Iulia e Fgra il 14 marzo 2013, e in seguito elevato alla dignità di Archimandrita. o, propositivo e capace di mediazione”.


TAG: