Cronaca Italia

Padova, ospedale compra la super barella da 10mila euro ma…non entra in ambulanza

Padova, ospedale compra la super barella da 10mila euro ma...non entra in ambulanza

Padova, ospedale compra la super barella da 10mila euro ma…non entra in ambulanza (Foto archivio Ansa)

PADOVA – L’azienda ospedaliera di Padova ha comprato una super barella al costo da 10mila euro ma in un anno non ha mai potuto utilizzarla. La barella infatti non entra nelle ambulanze e per questo motivo è rimasta abbandonata nei corridoi dell’ospedale. Ora la Uil di Padova ha denunciato lo spreco di denaro per questa barella destinata al trattamento dei grandi obesi e che può trasportare un peso fino ai 300 chilogrammi, contro le normali barelle che supportano un peso fino a 180 chilogrammi.

Elisa Fais su Il Mattino di Padova scrive che le dimensioni della super barella sono imcompatibili con quella delle ambulanze di via Giustiniani, che sono state abbassate in modo che i mezzi possano passare nel sottopassaggio che collega le due aree della citadella sanitaria. Un acquisto che però è stato fatto con i soldi pubblici e che ha attirato l’attenzione di Luigi Zuin, rappresentante sindacale della Uil, che ha dichiarato:

“La barella è abbandonata da oltre un anno in un corridoio. E’ uno spreco di denaro. La barella non è mai stata utilizzata perché le ambulanze che abbiamo a disposizione non sono in grado di caricarla. Non capisco chi, al giorno d’oggi, si può permettere di fare acquisti poco oculati”.

Il quotidiano scrive che l’azienda ospedaliera aveva acquistato la barella proprio per il trasporto delle persone obese e alla fine del 2015 aveva stretto un accordo con la Crce Verde di Padova:

“Il trasporto di persone che vanno dai 100 ai 350 chili di peso è un’evenienza che non può cogliere impreparati. Spostare un grande obeso con strumenti non adeguati comporta un rischio per gli operatori, per il paziente e per gli strumenti stessi (che vengono danneggiati). Alla fine del 2015, assieme all’acquisto della nuova barella per obesi, l’Azienda ha fissato una convenzione con la Croce Verde di Padova.

«La barella per obesi entra nelle ambulanze della Croce Verde», aggiunge Zuin, «ma il personale, di fatto, è sempre impegnato in altri servizi. I tempi di risposta dell’associazione non sono compatibili con le esigenze interne dell’ospedale. Il risultato è che la barella rimane ferma perché la Croce Verde non riesce a garantire i trasporti interni e i trasferimenti programmati verso l’esterno non sussistono»”.

L’acquisto in realtà era necessario, spiega l’azienda, proprio in virtù dell’accordo con la Croce Verde che era stato rinnovato:

“Nel frattempo sono partiti i lavori per far attraversare le ambulanze non più dal sottopasso, ma lungo via Giustiniani, prevedendo un semaforo che blocchi il traffico cittadino. Così sarà possibile acquistare ambulanze standard, all’interno delle quali entrerà anche la barella per grandi obesi. In alternativa l’Azienda ospedaliera sta valutando l’acquisto di ambulanze dotate di sensori ottici e sospensioni controllate, che si abbassano automaticamente nel momento in cui si trovano davanti al sottopasso. Un’ambulanza normale costa circa 60 mila euro, mentre la versione speciale arriva a 80 mila euro”.

To Top