Cronaca Italia

Padre in cella, madre grave. Ai figli pensano i carabinieri

Padre in cella, madre grave. Ai figli pensano i carabinieri

Padre in cella, madre grave. Ai figli pensano i carabinieri

MILANO – La mamma all’ospedale, il papà in cella per averla aggredita, si erano trovati soli e spaventati due fratellini di 2 e 4 anni in una caserma dei carabinieri, che non se la sono sentita di rendere ancora più traumatici i giorni di festa e hanno organizzato per loro una festa speciale e tanti regali.

E’ successo, secondo quanto riporta il quotidiano Il Giorno, in un piccolo comune del lecchese, Dervio, la cui caserma è retta dal maresciallo Giuseppe Cacicia. Ieri, 26 dicembre, i suoi militari sono dovuti intervenire per un’aggressione in famiglia.

Un uomo di 35 anni originario dello Sri Lanka ha preso a martellate la moglie poi ha chiamato il 112. I carabinieri, hanno arrestato l’uomo, atteso che l’ambulanza trasportasse in ospedale la donna e si sono trovati a dover decidere cosa fare dei figli, una bambino di 4 anni e la sorellina di 2. Così li hanno portati in caserma. E qui è scattata tutta la solidarietà dell’Arma. Due carabinieri sono rientrati dal giorno di riposo per curare i bambini e portare loro dei regali. Poi si sono messi ai fornelli e hanno preparato per loro un pranzo che si è trasformato in una festicciola con gli altri militari presenti.

Infine si sono dati da fare per trovare una famiglia disposta ad ospitarli per un paio di giorni in modo da evitare un istituto. Nel frattempo la madre potrebbe uscire dall’ospedale o potrebbe tornare a casa il padre, dopo il processo di domani per l’aggressione.

To Top