Blitz quotidiano
powered by aruba

Padre Pio: spoglie a Roma da 3 febbraio. Agenda appuntamenti

Padre Pio: traslazione a Roma e ostensione dal 3 febbraio in diverse chiese. Poi, dopo 100 anni, il ritorno a Pietrelcina

ROMA – Padre Pio: spoglie a Roma il 3 febbraio. Poi a Pietrelcina. Conto alla rovescia per uno dei grandi eventi del Giubileo: il 3 febbraio arriveranno a Roma le spoglie di San Pio e di San Leopoldo, i due santi confessori che Papa Francesco ha voluto in Vaticano per mostrarli come esempio ai Missionari della Misericordia, i sacerdoti che in questo Anno Santo si sono resi disponibili a portare il sacramento della penitenza ovunque. Otto giorni di eventi, controlli e zone rosse fra San Lorenzo, via dei Coronari e San Pietro. Atteso un milione di pellegrini. Le reliquie del santo sono state scortate in autostrada fino alla Capitale.

“C’è un grandissimo entusiasmo, una grande attesa, da quando è partita la notizia, tantissime persone hanno ‘incendiato’ il nostro telefono”. A parlare e mons. Pietro Bongiovanni, parroco di San Salvatore in Lauro, che è un po’ la ‘casa romana’ di padre Pio. “All’udienza del 6 febbraio, dedicata appunto ai gruppi legati a Padre Pio, si sono iscritti già 60mila pellegrini ma prevediamo che il numero aumenti, perché c’è sempre gente che si aggiunge all’ultimo momento”, dice padre Bongiovanni all’ANSA.

Il programma della traslazione e dell’ostensione prevede l’arrivo il 3 febbraio nella chiesa di San Lorenzo fuori le Mura (ore 15): le reliquie resteranno esposte fino alle 20.30 del giorno successivo, 4 febbraio, quando una veglia notturna avrà luogo nella chiesa giubilare di San Salvatore in Lauro (ore 22, presente monsignor Fisichella). La preghiera e le messe continueranno il 5, dopo una messa solenne presieduta dal vescovo di San Giovanni Rotondo alle 14, partirà alle 16 la grande processione fino a San Pietro: con le reliquie lungo Via della Conciliazione fino a San Pietro. Dalle 7 del 4 febbraio al pomeriggio del 5 una zona rossa di sicurezza interesserà la zona di piazza San Salvatore in Lauro. (Raffaella Troili, Il Messaggero)

Ritorno a Pietrelcina, 100 anni dopo. Padre Pio torna a Pietrelcina (Benevento) per la prima volta da quando è stato proclamato santo. Un evento straordinario che, tra l’altro, ricade a cento anni dal suo anniversario: il 17 febbraio del 1916, Francesco Forgione lasciò Pietrelcina per entrare nella comunità religiosa dei frati cappuccini e non vi avrebbe fatto più ritorno.    Proprio il futuro santo, pochi mesi prima di morire, aveva profetizzato questo evento, confidando nel 1968 al confratello che lo assisteva, padre Mariano da Santa Croce, che avrebbe visitato il suo paese natio “parecchi anni dopo la morte”.