Cronaca Italia

Palagonia, Raffaele Mandrà ammazzato. Killer confessa: “Non so perché l’ho fatto”

Palagonia, Raffaele Mandrà ammazzato. Killer confessa: "Non so perché l'ho fatto"

Palagonia, Raffaele Mandrà ammazzato. Killer confessa: “Non so perché l’ho fatto”

CATANIA – Accoltellato in piazza a Palagonia, così è morto il pensionato di 81 anni Raffaele Mandrà. Il suo killer, Gesualdo Rossitto di 60 anni e con problemi economici, si è costituito poco dopo il delitto avvenuto a Palagonia, in provincia di Catania, la mattina dell’11 settembre. “Non so perché l’ho fatto”, ha detto Rossitto ai carabinieri.

Rossitto è arrivato nella caserma dei carabinieri in stato confusionale e ha raccontato di aver aggredito il pensionato, colpendolo tre volte con un coltello, in preda ad un raptus e apparentemente senza motivo nella centrale piazza Garibaldi. La vittima e l’omicida si conoscevano di vista e non avevano mai avuto contrasti. Inutile l’arrivo sul posto di un elicottero del 118. Sul delitto la Procura di Caltagirone ha aperto un’inchiesta delegando le indagini ai carabinieri della compagnia di Palagonia. Rossitto è stato arrestato e su disposizione della Procura condotto in carcere.

To Top