Blitz quotidiano
powered by aruba

Palermo, folla circonda la polizia e fa fuggire rapinatore

PALERMO  –  Folla circonda la polizia e fa fuggire il rapinatore. E’ successo la mattina di venerdì 29 aprile nel quartiere Kalsa, nel centro storico di Palermo, dove un gruppo di abitanti e alcuni commercianti hanno aiutato un rapinatore, inseguito dalla polizia, a scappare. Gli agenti sono stati accerchiati dalla folla e il bandito si è dato alla fuga.

Addosso ad un complice, che invece è stato fermato dagli investigatori, è stata trovata una pistola calibro 7.65 col colpo in canna. Gli agenti per disperdere la folla hanno dovuto sparare alcuni colpi in aria.

I rapinatori, quattro in tutto, si sono presentati vestiti da operai della Gesip, partecipata del Comune, al mercato ortofrutticolo di via Montepellegrino e, con due pistole in pugno, hanno portato via 10mila euro. Il commerciante, però, ha dato subito l’allarme, e alcune volanti della polizia si sono messe ad inseguire i due scooter con i banditi nelle strade di Palermo.

Due dei rapinatori, riferisce il Giornale di Sicilia, sono stati bloccati nel quartiere arabo della Kalsa, ma la folla ha circondato gli agenti e ha permesso ad uno dei due malviventi di fuggire. Gli altri due rapinatori, invece, sono riusciti a fuggire allontanandosi verso la periferia orientale della città.

Scrive il Giornale di Sicilia:

 

Momenti drammatici nel cuore del quartiere, con la folla inferocita verso i poliziotti, con cittadini e commercianti determinati a impedire alle forze dell’ordine di fare il proprio lavoro. Gli agenti hanno dovuto persino sparare dei colpi in aria per disperdere quella folla.

I rapinatori si sono presentati al mercato ortofrutticolo con due pistole in pugno e hanno portato via circa 10 mila euro. Le vittime hanno lanciato subito l’allarme alla polizia che ha inseguito e bloccato due del commando a bordo di uno scooter nella zona di via Lincoln in via Nicolò Cervello, tra i bar Rosanero e Touring. Due bloccati, ma uno è poi fuggito via. Due invece sono riusciti, almeno per ora a fare perdere le tracce nella zona di via Messina Marine.


PER SAPERNE DI PIU'