Cronaca Italia

Palermo, si vanta con gli amici delle erezioni del figlio di 4 anni…ora rischia processo

Palermo, si vanta con gli amici delle erezioni del figlio di 4 anni...ora rischia processo

Palermo, si vanta con gli amici delle erezioni del figlio di 4 anni…ora rischia processo (foto Ansa)

PALERMO – Rischia il processo per atti sessuali con minorenne un palermitano che si sarebbe vantato con gli amici della “virilità” del figlio che a soli quattro anni aveva già le prime erezioni. L’udienza preliminare per il presunto capomafia, scrive l’Ansa, ha già preso il via davanti al gup. Nel fascicolo del procuratore aggiunto Salvatore De Luca e del sostituto Ilaria De Somma ci sono le intercettazioni nelle quali emerge che l’indagato avrebbe detto al figlio di mostrare la sua “virilità” davanti ad alcuni amici . In un’altra occasione – sempre secondo la Procura che configura il reato 609 quater del codice panale – il mafioso avrebbe portato il bimbo nei suoi giri notturni sulle strade palermitane popolate da prostitute.

Aggiunge Viola Forti su Palermo Today:

L’indagine nasce da alcune intercettazioni compiute nell’ambito di un’operazione antimafia, quella che un paio d’anni fa fece finire in carcere per 416 bis proprio il boss che ora è accusato di atti sessuali con un minorenne. Dalle conversazioni emergerebbe che l’uomo avrebbe esibito i genitali e le erezioni di suo figlio davanti ad adulti, spronandolo anche a toccarsi, e vantandosi del “prodigio”. Non solo. Altre intercettazioni documenterebbero come il boss avrebbe portato con sé il bimbo anche durante alcune sue uscite notturne, quando – sempre con i suoi “amici” – avrebbe importunato delle prostitute.

Probabilmente nel contesto in cui sarebbe maturata questa storia esibire le erezioni di un bambino di 4 anni viene considerato come qualcosa di positivo, un simbolo di virilità e di forza, non una violenza o un abuso. Ma per la Procura si tratta invece di un reato ed è per questo che adesso il boss sarà processato.

 

To Top