Cronaca Italia

Paolo Borrometi: Fnsi, Assostampa e Odg Sicilia a fianco del giornalista minacciato dalla mafia

paolo-borrometi-mafia-fnsi

Il giornalista Paolo Borrometi (Foto Ansa)

ROMA – La Federazione Nazionale della Stampa Italiana, il sindacato regionale e l’Ordine dei giornalisti di Sicilia saranno presenti in aula, venerdì 13 ottobre, al processo in cui, a Ragusa, il cronista Paolo Borrometi deporrà contro Venerando Lauretta, uno dei boss di Vittoria indicato come autore di minacce nei confronti del giornalista modicano.

In una nota Fnsi e Ordine sottolineano che chiunque venga chiamato a rappresentarli, Ordine e sindacato sono e restano parte civile nel dibattimento al fianco del collega e intendono ribadire l’impegno contro le organizzazioni mafiose, sempre particolarmente aggressive nei confronti dei cronisti siciliani, come conferma un’altra vicenda, riguardante LiveSicilia, quotidiano sottoposto a un tentativo di intimidazione da parte del figlio del boss Nuccio Mazzei, che nel 2014, accompagnato da un esponente politico locale, andò nella redazione di Catania a chiedere conto di alcuni articoli pubblicati dal sito di informazione sulla sua cosca, quella dei “carcagnusi”, ricorda la nota di Fnsi e Ordine.

La recente diffusione dei contenuti di quell’incontro, che fu registrato dal Gico della Guardia di finanza, ha consentito di evidenziare come la testata avesse respinto le pressioni, “promettendo” che, a seguito di quella sgradita visita, gli articoli sui Mazzei sarebbero aumentati e non diminuiti. È un atteggiamento che merita tutto il sostegno possibile da parte degli organismi di categoria: se dall’inchiesta dovesse scaturire un processo anche per reati contro i giornalisti, Ordine, Fnsi e Assostampa saranno al fianco dei colleghi.

To Top