Blitz quotidiano
powered by aruba

Parma, emergenza legionella: due morti, 31 casi registrati

PARMA – E’ emergenza legionella a Parma: due i morti. Nel quartiere Montebello, importante area a sud della città, sono stati registrati negli ultimi giorni 31 casi. Martedì pomeriggio è morta una donna di 77 anni colpita dalla patologia.

Attualmente, secondo una nota delle autorità sanitarie, “le persone ricoverate da polmonite per legionella sono 16, di queste 10 sono in fase di miglioramento, 4 sono stabili con un normale decorso clinico e 2 persone sono invece giudicate più serie dai sanitari”.

Una paziente ultraottantenne, con patologie particolarmente gravi e in condizioni critiche, risultata positiva nei giorni scorsi al batterio della legionella, è deceduta in un hospice del territorio.

Dopo un irreversibile aggravamento delle condizioni di salute, l’anziana paziente, su richiesta della famiglia, era stata dimessa dall’Unità di Terapia intensiva respiratoria per essere poi trasferita in hospice dove è avvenuto il decesso. Sulle cause del contagio indaga in questo momento l’Arpa che ha già effettuato diversi campionamenti nella rete idrica della zona. Molto probabilmente il virus era presente nell’acquedotto della zona. Iren, responsabile della gestione della rete idrica, ha provveduto ad intervenire inserendo cloro nelle condutture.

La Procura di Parma ha aperto un fascicolo di indagine sul contagio da legionella che ha colpito un quartiere della città emiliana. Il fascicolo aperto sarebbe per ora contro ignoti ed i reati ipotizzati sono omicidio colposo, lesioni ed epidemia colpose.