Cronaca Italia

Paternò (Catania), portantino in ospedale abusa di un paziente di 16 anni

paterno-ospedale-portantino-abusi

Paternò (Catania), portantino in ospedale abusa di un paziente di 16 anni

PATERNO’ (CATANIA) – Lo scorso agosto avrebbe tentato di abusare sessualmente di un ragazzo di 16 anni ricoverato nel reparto di Chirurgia dell’ospedale Santissimo Salvatore di Paternò, in provincia di Catania. E’ l’accusa contestata ad un portantino di 41 anni del nosocomio che è stato arrestato da carabinieri. I reati ipotizzati sono violenza sessuale e sostituzione di persona aggravata.

Le indagini erano state avviate dopo la denuncia dei genitori del minorenne. Secondo la ricostruzione dei militari dell’Arma, il portantino, fingendo di essere un infermiere e approfittando della situazione di malessere post-operatoria del giovane, sarebbe entrato più volte nella stanza dove il ragazzo era ricoverato e, approfittando del malessere del paziente nel decorso post operatorio, gli avrebbe più volte fatto dei massaggi.

Una volta lo ha anche accompagnato nel bagno della stanza dell’ospedale dove, sfruttando (secondo l’accusa) la debolezza fisica del ragazzo dovuta all’intervento chirurgico subito, sarebbe riuscito a molestarlo. Il ragazzo ha poi raccontato tutto ai suoi genitori, che hanno presentato denuncia ai carabinieri.

Il quadro accusatorio e la violenza sono stati confermati ai carabinieri anche da un altro paziente che era ricoverato nella stessa stanza del ragazzo. Il Gip di Catania ha ritenuto “concreto il pericolo di reiterazione di reati della stessa specie, commessi peraltro sotto un impulso che l’indagato non era in grado di controllare”. Per questo è stata disposta la custodia cautelare nel carcere di Catania.

La direzione sanitaria dell’ospedale all’indomani della notizia della denuncia ha disposto l’immediato trasferimento del dipendente e gli ha assegnato mansioni diverse. E’ stato impiegato in modo da non avere alcun contatto con i ricoverati e gli utenti del Santissimo Salvatore.

To Top