Blitz quotidiano
powered by aruba

Pendolari, città europee più costose: la prima è italiana

ROMA – Pendolari, quanti sanno che in una città europea si spende addirittura il 26% dello stipendio in mezzi di trasporto? Questa città, tra l’altro, è italianissima: Venezia. Stile.it  ha pubblicato la classifica europea delle città dove si spende di più per i mezzi di trasporto, ecco il risultato:

Parigi. I pendolari parigini spendono in media l’11% del loro stipendio per utilizzare l’antico sistema di trasporto metropolitano (115 anni) della città

Londra. Fra il traffico e il sovraffollamento dei mezzi, per i londinesi spostarsi è una vera impresa. Inoltre i trasporti portano via il 13% dello stipendio

Atene. Già il reddito mensile degli ateniesi non è molto alto, inoltre il 13% circa del loro stipendio va a coprire le spese dei trasporti giornalieri

Oslo. La Norvegia è uno dei paesi più cari sulla terra e qui i pendolari spendono il 15% del loro reddito in trasporti: sarebbero circa 400 euro al mese

Varsavia. Gli abitanti di Varsavia arrivano a spendere addirittura il 16% dello stipendio per andare e venire dal lavoro

Madrid. Va peggio ai madrileni, che investono il 18% dei loro guadagni in mezzi di trasporto

Budapest. Nella capitale ungherese esistono normali trame e pullman, nonché una metropilitana costruita 120 anni fa. Nessuna delle due opzioni comunque è a buon mercato e costa agli abitanti di Budapest il 20% dello stipendio (circa 600 euro al mese)

Barcellona. Anche a Barcellona si spende il 20% dello stipendio in trasporti. In questo caso però la cifra si aggira sui 300 euro al mese

Venezia. Ma la città più cara di tutte si trova in Italia ed è la meravigliosa Venezia, con il suo articolato sistema di trasporti sull’acqua che costa agli abitanti bel il 26% dello stipendio. Se non altro si viaggia in grande stile…