Blitz quotidiano
powered by aruba

Pensionato abusa di gallina: allevatore e animalisti gli fanno causa

LEGNARO (PADOVA) – Violentò una gallina: a processo. I proprietari dell’animale si sono costituiti parte civile, così come gli animalisti dell’Oipa (l’Associazione italiana per la protezione degli animali).

Alla sbarra finirà, il prossimo 8 novembre, un pensionato di settant’anni di Legnaro, in provincia di Padova, che ha già alle spalle quattro denunce per atti osceni in luogo pubblico, ricorda il Mattino di Padova. L’uomo, oltre all’accusa di violenza su minori e stalking, deve rispondere anche di maltrattamento di animali.

Dopo che il pensionato ha stuprato la gallina, la proprietaria dell’animale, non sapendo quale sia la gallina “contaminata”, ha deciso di sterminare l’intero pollaio.

L’8 febbraio 2013 il pensionato andò nel pollaio dei vicini di casa, prese una gallina e la violentò. Quando i proprietari lo scoprirono decisero di sacrificare alcuni esemplari non riuscendo a riconoscere quella “contaminata”. E adesso si sono costituiti parte civile, insieme agli animalisti dell’Oipa. L’udienza è stata fissata per l’8 novembre.

Spiega il Mattino di Padova:

Nel cortile sul quale si affaccia l’abitazione dell’uomo quest’ultimo si “esibiva” spesso nonostante fosse visto anche dai bambini delle case limitrofe. Da qui la contestazione della violenza .

Anche perché proprio a causa di quella “abitudine” i bambini, che non avevano all’epoca nemmeno 10 anni, hanno dovuto smettere di giocare in cortile. Secondo l’accusa, il comportamento dell’anziano vicino avrebbe causato loro “un perdurante stato d’ansia”.


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'