Cronaca Italia

Peppina Fattori sfrattata a 95 anni: “Bestia chi mi fa questo. Ma prego per loro”

peppina-fattori-sfrattata

Peppina Fattori sfrattata a 95 anni: “Bestia chi mi fa questo. Ma prego per loro”

MACERATA – Sfrattata a 95 anni, Peppina Fattori racconta il suo dolore al Resto del Carlino: “Bestia chi mi fa questo. Ma ora prego per loro”. “Ogni giorno la guardo e le mando un bacio: morirò nel container”, ha detto l’anziana signora, che viveva in una casetta in legno abusiva dopo che il terremoto del Centro Italia aveva distrutto la sua vera abitazione.

Secondo il tribunale, quella casetta a San Martino di Fiastra (Macerata) che i figli di Peppina le avevano costruito a pochi metri dalla sua vecchia casa crollata nel sisma potrebbe “aggravare le conseguenze dannose prodotte dall’opera abusiva sull’ecosistema protetto”.

Così dopo lo sfratto la signora Giuseppina dovrà andare ad abitare in un container poco distante dalla casetta abusiva.

“Voglio restare perché questo è il mio posto da 75 anni – ha spiegato al Resto del Carlino -. Non ho paura dell’ inverno e del freddo. Lassù mi hanno voluto mandar via. Quelli che decidono sono stati tanto cattivi nei miei confronti, e nei confronti dei miei figli. Però sono una persona molto religiosa, prego sempre. Prego per chi mi ha fatto del bene, e mi fa del bene pure adesso, e tanto, e prego pure per quelli che mi hanno fatto del male perché non li considero persone oneste. Sono bestie quelli che mi hanno fatto del male”.

Peppina avrebbe voluto morire lì, in quella casetta di legno

“Per me quella casetta di legno era la soluzione. Potevo star bene gli ultimi giorni della vita mia, lì dentro non era né caldo né freddo. Ho passato due mesi qui, a sudare e adesso sta arrivando il freddo. Ma il Signore perdonerà tutti. Se se lo meritano. Ci siamo appellati alle istituzioni, mia figlia ha scritto una bella lettera al Papa. Non ci ha risposto nessuno. Sono stata un po’ dimenticata dalle istituzioni”.

To Top