Blitz quotidiano
powered by aruba

Perde 2mila euro alle slot: punta la pistola contro il barista e…

TREVISO – Duemila euro bruciati in un solo pomeriggio trascorso a giocare alle slot machine. Così un ludopatico ha perso le staffe in un bar di Breganziol, provincia di Treviso. Dopo l’ultima giocata è andato in escandescenza: ha estratto la pistola e l’ha puntata contro il barista. Fortuna che era solo un’arma giocattolo, ma il povero barista questo non lo sapeva.

L’uomo è stato infine arrestato e messo ai domiciliari: lo hanno rintracciato mentre cercava una via di fuca nelle vie adiacenti il locale. L’operaio, di 41 anni, incensurato, dovrà rispondere di tentata rapina aggravata.

A raccontare l’accaduto alla Tribuna di Treviso è Manuel Sponchiado, il barista rapinato:

Mi ha detto rivoglio i soldi, e ha scarrellato la pistola”. Si è trovato una pistola puntata contro, gli occhi infuriati di quel cliente che aveva passato tutta la giornata davanti al videopoker perdendo la bellezza di 2000 euro, ma Manuel Sponchiado, titolare del bar con videopoker “Caffè della stazione” a Preganziol, è riuscito a mantenere i nervi saldi e a chiamare i carabinieri. Ma dopo la grande paura si sfoga: “Persone così non possono stare fuori di casa” dice.