Blitz quotidiano
powered by aruba

Pescara, apre confezione e trova mozzarelle blu FOTO

PESCARA – Ha acquistato una confezione di mozzarelle in un supermercato di Pescara. Un paio di giorni dopo l’acquisto, però, ha preso la confezione e ha notato qualcosa di strano: sui latticini erano apparse delle strane macchie blu.

È quello che racconta una donna al quotidiano locale online CityRumors, che ha pubblicato anche le foto delle mozzarelle. Il prodotto – di un noto marchio di formaggi – riportava come data di scadenza il 18 febbraio e sono state acquistate sabato scorso (13 febbraio).

Le macchie sono apparse invece lunedì, qualche ora dopo l’apertura della confezione. “La mia bambina che ne ha mangiata una per fortuna sta bene”, ha detto la donna, “probabilmente non avrà conseguenze, ma quante di queste schifezze continuano a mettere in commercio?”.

I primi casi conosciuti di “mozzarelle blu” risalgono al 2010, poi si sono verificati diversi episodi un po’ in tutta Italia. A causare il fenomeno blu sarebbe un ceppo batterico – Pseudomonas fluorescens – che, per la prima volta, è stato isolato dai ricercatori dell’Università di Padova i quali hanno stabilito che è ‘figlio’ di un pesticida usato in agricoltura. I batteri responsabili, in ogni caso, non sarebbero patogeni: non arrecano danni, ma di certo non invitano al consumo del prodotto.