Blitz quotidiano
powered by aruba

Pescara. Rubano telefono e chiedono riscatto: 2 arresti

PESCARA – Prima hanno rubato uno smartphone ad una donna e poi l’hanno contattata e ricattata. “Se vuoi riavere il tuo telefono paga 15 euro“. Un ricatto a cui la donna non si è piegata, presentandosi all’appuntamento con gli estorsori insieme ai carabinieri, che li hanno arrestati.

I due arrestati sono due cittadini di origine rumena di 24 e 20 anni che sono stati colti in flagranza di reato dai carabinieri, scrive il quotidiano Il Centro:

“Il fatto. Questa mattina (29 agosto, ndr), intorno alle ore 10, M.G. di 24 anni e A.L. di 20, entrambi romeni, hanno rubato il telefonino alla titolare di un negozio, che poco dopo è stata contatta per concordare la restituzione del cellulare in cambio di soldi. La donna si mette d’accordo per riavere il telefonino in cambio di 15 euro, appuntamento la mattina stessa a mezzogiorno davanti alla stazione centrale. E così questa mattina la donna derubata e i due rapinatori si sono visti come concordato, ma all’incontro si sono presentati anche i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile che hanno arrestato i due ladri.

Protagonisti due romeni senza fissa dimora, M.G., 24enne e A.L. (20), arrestati nella flagranza del reato di concorso in estorsione. I romeni sono ora trattenuti nella camera di sicurezza del Comando provinciale dei carabinieri, in attesa del rito direttissimo fissato per la mattinata di domani(30 agosto, ndr)”.


PER SAPERNE DI PIU'