Blitz quotidiano
powered by aruba

Piagnolo di Vetto: spara a compagna e si uccide

VETTO – Omicidio suicidio in provincia di Reggio Emilia. È questa l’ipotesi prevalente per la morte di due coniugi, un italiano di 63 anni e una ucraina di 56, trovati senza vita nella loro abitazione, sul letto, nella frazione Piagnolo di Vetto. I carabinieri di Castelnovo ne’ Monti sono entrati dopo l’allarme di conoscenti della coppia, di cui non avevano notizie da giorni.

Scrive il sito Otto Pagine:

I morti sono Giovanni Amedeo Cavecchi, 63 anni, pensionato, e Lidia Kyrylenko di 56, originaria dell’Ucraina, trovati da carabinieri e vigili del fuoco nel tardo pomeriggio di ieri.

L’ex operaio della Lombardini e la badante si volevano bene. E non lo nascondevano. Incredulità in paese. Tutti parlano di una coppia solida e felice.

Maggiori dettagli su Reggio Sera:

Tutto è nato da una segnalazione di alcuni cittadini, che da alcuni giorni non vedevano la coppia di amici, ai carabinieri di Castelnovo Monti. Una volta giunti sul posto i militari hanno trovato la coppia morta, con la pistola accanto ai cadaveri. Sul posto è anche arrivato il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Antonino Buda.

Secondo una prima ricostruzione la morte dei due risale a circa 48 ore prima. Cavecchi ha ucciso la donna con un colpo di pistola e poi si è ucciso sullo stesso letto dove giaceva senza vita il cadavere della compagna. Sul posto, oltre ai carabinieri di Castelnovo Monti guidati dal capitano Dario Campanella e al colonnello Antonino Buda, c’erano anche gli uomini della Scientifica, la Sezione rilievi del nucleo investigativo di Reggio Emilia.