Blitz quotidiano
powered by aruba

Picchiata per anni dal marito, si butta giù da un ponte

GENOVA – Troppe violenze in casa, subite dal marito per anni: si butta dal ponte. Gravissima una donna di 40 anni, originaria della Lettonia ma residente a Genova.

La donna, racconta il Secolo XIX, dopo anni di botte e soprusi da parte del marito aveva tentato di ricostruire una nuova vita per sé e per il figlioletto di due anni. Ma quando gli assistenti sociali sono intervenuti per toglierle il figlio, per motivi di sicurezza secondo loro, lei non ce l’ha fatta.

Venerdì 6 maggio, intorno alle 10 di mattina, esce di casa, raggiunge il ponte di via Perlasca, sul Polcevera, e si butta giù. Per fortuna alcuni passanti lanciano subito l’allarme e qualcuno chiama il 118. Arriva un’ambulanza e la donna viene soccorsa nel greto del torrente. La donna viene portata in ospedale grazie ad un verricello, ma le sue condizioni sono gravissime.

Ecco la vicenda raccontata dal quotidiano ligure:

Accade tutto poco dopo le dieci di ieri mattina. Adele (nome di fantasia) sta attraversando via Perlasca e imbocca la passerella del grosso ponte in ferro sul Polcevera. Un testimone la vede mentre cammina. Passano pochi istanti e alcuni passanti lanciano l’allarme.

Adele – secondo quanto ricostruito fino a questo momento dagli inquirenti – raggiunge la parte centrale del ponte, scavalca la ringhiera in ferro e si lascia cadere nel vuoto.

Sul posto intervengono i soccorritori del 118 con il medico, i carabinieri e la polizia municipale. Adele viene soccorsa nel greto del torrente Polcevera. Le sue condizioni appaiono subito gravissime. La donna è priva di coscienza e non risponde agli stimoli, ma il suo cuore batte ancora. È il medico a stabilizzare la quarantenne. Poi, sul ponte del Polcevera, arrivano anche i vigili del fuoco. Le condizioni del greto non consentono di trasportare a braccia la donna su una barella. Sono i pompieri, grazie ad un verricello, a riportare Adele sul piano strada dove viene poi caricata su un’ambulanza.


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'