Cronaca Italia

Pietro Bello scomparso 10 giorni fa: trovato morto. Colpito con corpo contundente

Pietro Bello scomparso 10 giorni fa: trovato morto. Colpito con corpo contundente

Pietro Bello scomparso 10 giorni fa: trovato morto. Colpito con corpo contundente

TORINO –  Pietro Bello, il giostraio di 55 anni di Magenta (Milano) scomparso da casa il 30 aprile è stato trovato morto lo scorso fine settimana in una mansarda di Valle Mosso, in provincia di Biella. Lo hanno colpito più volte con un corpo contundente. E’ quanto è emerso dall’autopsia, effettuata dal medico legale Roberto Testi, sul cadavere dell’uomo. Per la sua morte è stato arrestato, con l’accusa di omicidio preterintenzionale Cristian Angileri, operatore ecologico di 40 anni.

Bello era avvolto in un telo di plastica, nel sottotetto di casa di Angileri. L’ipotesi al momento più accreditata dagli investigatori è che si sia trattato dell’infausto epilogo di una colluttazione violenta o di un incidente. Il corpo della vittima, infatti, non presenta altri segni di arma da fuoco o da taglio.

L’esame autoptico sembra invece escludere che a causare la morte sia stato un gioco e*****o finito male, come ipotizzato dagli inquirenti in un primo momento. Il medico legale avrà ora ora sessanta giorni di tempo per depositare il referto completo dell’autopsia. La Procura di Biella, nel frattempo ha dato il nulla osta ai funerali, che si svolgeranno lunedì a Magenta, dove la vittima risiedeva con la famiglia.

La vicenda resta ancora avvolta nel mistero, soprattutto sul movente e sui rapporti che intercorrevano tra la vittima e il suo presunto assassino.

To Top