Cronaca Italia

Pietro Maso da Maurizio Costanzo, ma è ancora sotto processo per aver minacciato le sorelle

pietro-maso

Pietro Maso (foto Ansa)

ROMA – Pietro Maso si fa intervistare da Maurizio Costanzo ma a Milano è ancora sotto processo per minacce nei confronti delle sorelle, emerse tramite intercettazione durante due telefonate all’ex moglie e al suo padre spirituale, don Guido Todeschini, direttore di Telepace, che lo aveva accolto tra i suoi collaboratori subito dopo l’uscita dal carcere. L’intervista andrà in onda questa sera, giovedì 5 ottobre.

Pietro Maso è il protagonista reo confesso di uno dei più clamorosi casi di omicidio a sfondo familiare della cronaca italiana. Aiutato da tre amici, il 17 aprile 1991 nella sua casa di Montecchia di Crosara uccise entrambi i suoi genitori, Antonio Maso e Mariarosa Tessari. La motivazione era intascare subito la sua parte di eredità.

Arrestato il 19 aprile 1991, è stato condannato definitivamente a trent’anni di carcere, con il riconoscimento della seminfermità mentale al momento del fatto. Dopo averne trascorsi ventidue, è stato rimesso in libertà, per poi essere ricoverato in clinica psichiatrica dal marzo 2016. Ai suoi complici, Giorgio Carbognin e Paolo Cavazza, è stata inflitta una pena di ventisei anni, mentre al minorenne Damiano Burato tredici.

 

To Top