Blitz quotidiano
powered by aruba

Pineto (Teramo), bimba sfugge alla mamma in spiaggia e muore annegata

TERAMO – Sfugge alla mamma in spiaggia e muore annegata. La piccola Nicole avrebbe compiuto 6 anni in agosto. Nel pomeriggio di mercoledì 22 giugno era in spiaggia a Torre del Cerrano, a Pineto (Teramo) insieme alla madre quando, ad un certo punto, è sfuggita al suo controllo.

La donna ha iniziato a cercarla in lungo e in largo sul bagnasciuga, coinvolgendo anche gli alti bagnanti, domandando loro se l’avessero vista. Ma della piccola nessuna traccia. E’ stato proprio un bagnante ad accorgersi che la bimba era in acqua, ma quando l’ha vista era già in arresto cardiaco. Il suo corpo galleggiava in mare a poca distanza dalla battigia.

I soccorsi, racconta il quotidiano il Gazzettino, sono stati tempestivi, ma per la piccola Nicole purtroppo non c’era più nulla da fare. Il personale del 118 è arrivato immediatamente sia da Silvi (Teramo), con la Croce Rossa, che da Atri (Teramo) con l’ambulanza medicalizzata, e ha cominciato la rianimazione cardiopolmonare, mentre l’eliambulanza  era in attesa di poter trasferire la bambina all’ospedale di Pescara. Ma è stato tutto inutile. La bambina è morta lì, sull’arenile.

Il pubblico ministero di Teramo, Luca Sciarretta, ha aperto un‘inchiesta sulla tragedia in spiaggia a Pineto, affidando il fascicolo agli agenti del Commissariato della polizia di stato di Atri (Teramo), e deciderà nelle prossime ore se disporre l’autopsia sul corpicino della bambina.

Racconta il Gazzettino:

La piccola stava trascorrendo un periodo di vacanza con la famiglia allo chalet Eucaliptus Beach da Cilli. Sembra che stesse girando proprio nei pressi del tratto di spiaggia del suo chalet quando la madre ne ha perso le tracce. Alcuni dei testimoni avrebbero riferito che la piccola era in acqua assieme ad altri bambini, ma che improvvisamente nessuno l’avrebbe più vista. Soltanto qualche minuto più tardi, mentre la madre la cercava con grande apprensione, il corpo della piccola è stato notato galleggiare alcune decine di metri più a sud, nei pressi della Torre del Cerrano. Tratta a riva, la bambina è stata sottoposta immediatamente a rianimazione, con l’intervento degli equipaggi di due ambulanze e di quello di un’auto medicalizzata dall’ospedale di Atri, mentre si levava in volo l’eliambulanza del 118 da Pescara. Il velivolo è rimasto parcheggiato ai limiti della pineta, in attesa di poter caricare la piccola, ma è stato inutile: oltre un’ora di massaggi cardiaci e defibrillazioni non sono serviti a salvare la piccola friulana.


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'