Cronaca Italia

Pino Pelosi, morto il killer condannato per omicidio di Pier Paolo Pasolini

Pino Pelosi, morto il killer condannato per omicidio di Pier Paolo Pasolini

Pino Pelosi, morto il killer condannato per omicidio di Pier Paolo Pasolini

ROMA – Giuseppe Pino Pelosi, condannato per l’omicidio di Pier Paolo Pasolini, è morto il 20 luglio a Roma. Pelosi aveva 58 anni e da tempo era malato di tumore ed era stato ricoverato anche al Policlinico Gemelli.

Fu condannato con sentenza definitiva quale colpevole dell’omicidio di Pasolini, lo scrittore u****o nella notte tra il 1 e 2 novembre 1975. Pelosi fu fermato la notte stessa a Ostia alla guida dell’auto di Pasolini. Accusato di furto, confessa di avere rubato la vettura e viene trasferito nel carcere di Casal del Marmo.

Interrogato giorni dopo racconterà una prima versione, ovvero di essere stato abbordato da Pasolini all’Idroscalo, di una colluttazione a causa di una prestazione s******e, dell’investimento involontario dello scrittore durante la fuga in auto.

Pelosi fu poi condannato nel 1976 per omicidio volontario in concorso con ignoti; la Corte ritenne non fosse solo. La Corte d’Appello confermò la condanna per omicidio ma non diede credito all’ipotesi dei complici. Nel 1979 la Cassazione confermò la sentenza. Nell’83 ottenne la libertà condizionata.

To Top