Cronaca Italia

“Piromane con la 500 nera” arrestato: dava fuoco alle auto a Roma sud

Dava fuoco alle auto a Roma sud: arrestato il "piromane con la 500 nera"

Dava fuoco alle auto a Roma sud: arrestato dai carabinieri il “piromane con la 500 nera”

ROMA – Una persona è stata arrestata per i roghi di auto che da diversi mesi colpivano la parte sud di Roma, specialmente nei quartieri della zona Eur.  Lo rendono noto i carabinieri del comando provinciale di Roma che tenevano l’uomo sotto controllo perché “sospettato di essere l’autore dei precedenti episodi di incendio avvenuti nei giorni scorsi tra l’Eur e Roma Sud”.

L’uomo è indicato dagli investigatori come “il piromane con la 500 nera”, perché il veicolo era già stato avvistato in occasione dei roghi. La scorsa notte il piromane ha dato fuoco a 7 autovetture in tre punti diversi della città: Via Millevoi, via Sommer, via Cassitto ed è stato fermato e portato per essere interrogato alla stazione dei Carabinieri di Tor de Cenci.

L’arrestato è un 31enne residente a Trigoria. L’uomo non ha ammesso alcuna responsabilità nell’incendio di questa notte e neppure per episodi precedenti. Il 31enne è stato fermato poco dopo le 3,30 di notte da una delle pattuglie dei carabinieri che erano state messe in allarme non appena dalla sala operativa era partita la segnalazione degli incendi di autovetture. Un fermo non occasionale, perché  in realtà l’uomo già dal dicembre scorso era tenuto d’occhio, ovvero sospettato di avere a che fare con un altro episodio accaduto a Marino e di successivi fatti analoghi. Episodi – spiega il colonnello Stefano Cotugno, comandante del Gruppo Carabinieri di Frascati- su cui si sta ancora lavorando, e nei quali si evidenzia la presenza di una Fiat 500 di colore nero, come quella del sospettato.

San raffaele

Quando è stato fermato, in prossimità di luoghi da lui frequentati, nella convinzione di essere incappato in un normale controllo stradale l‘uomo ha subito detto di non avere con sé la patente, di averla dimenticata a casa. Ma i carabinieri della stazione di Roma Tor de’ Cenci lo cercavano per altro, e la perquisizione dell’auto ha portato alla scoperta di un piccolo apparato di fiamma ossidrica, del tipo portatile, e di diversi accendini. E anche in casa gli è stato trovato materiale che i carabinieri stanno valutando se legato agli episodi di roghi di autovetture. Il presunto piromane è ora in carcere a Rebibbia, accusato di incendio doloso di auto ed in attesa dell’udienza di convalida.

To Top