Blitz quotidiano
powered by aruba

Pisa, Gregor Smith trovato morto in piazza dei Miracoli

PISA – Morte misteriosa nel centro di Pisa: il cadavere di Gregor Smith, un ragazzo tedesco di 20 anni, residente a Montescudaio (Pisa), è stato trovato stamani intorno alle 7 in piazza del Duomo. Sul corpo non sono presenti ferite evidenti e non si conoscono ancora le cause del decesso. Il corpo del giovane è stato trovato sul prato, dietro il battistero, a ridosso delle mura, e aveva la testa appoggiata su uno zaino per la scuola. L’allarme sarebbe stato dato da alcuni passanti al 118, ma quando il personale sanitario è giunto sul posto non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Sull’episodio indagano i carabinieri.

Secondo quanto si è appreso, il corpo del ventenne tedesco trovato morto stamani in piazza dei Miracoli è stato notato da una donna a passeggio con i suoi cani che ha subito avvertito i militari dell’esercito che effettuano il servizio di vigilanza nell’ambito del programma ‘strade sicure’. Il giovane sarebbe arrivato nel luogo del ritrovamento poco prima, mentre pioveva a dirotto. Gli inquirenti stanno visionando le immagini registrate dalle telecamere della videosorveglianza della piazza per capire se il giovane è arrivato da solo o in compagnia di qualcuno. Il corpo privo di vita era sdraiato a terra con la testa adagiata su uno zaino tanto che il ventenne sembrava addormentato.

I carabinieri stanno ascoltando da stamani un amico del ragazzo tedesco ventenne trovato morto in piazza dei Miracoli. Il giovane ascoltato, secondo quanto riferito dal padre ai giornalisti, ha detto che Gregor lo ha cercato attraverso la madre: alla donna avrebbe detto di riferirgli che si potevano vedere in piazza dei Miracoli dove però i due ragazzi non si sono poi incontrati. Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire proprio le ultime ore di vita di Smith. La vittima frequentava il liceo artistico ‘Russoli’ di Pisa che si trova non distante dal complesso monumentale pisano. “Gregor – ha raccontato ancora il padre dell’amico ascoltato dai carabinieri – era un bravissimo ragazzo. Mio figlio non ha cellulare e quindi ieri lo ha cercato attraverso mia moglie e lei mi ha detto che l’ha sentito sereno. Non ha notato nulla di strano”.