Blitz quotidiano
powered by aruba

Pistoia, padre disabile spara al figlio e lo uccide

PISTOIA – Ha sparato al figlio maggiore al culmine di una lite. E’ accaduto poco dopo le 9 di mercoledì 21 settembre in un appartamento in via Guido Rossa ad Agliana, in provincia di Pistoia. Autore dell’omicidio sarebbe l’anziano padre, di 87 anni, costretto su una sedia a rotelle. Alla tragedia ha assistito l’altro figlio, di 47 anni, che ha immediatamente dato l’allarme ai Carabinieri.

La vittima si chiamava Giovanni Vecchio, 52 anni, ed era un ex dipendente di un’azienda tessile. Aveva smesso di lavorare a causa di una malattia agli occhi. L’arma con cui è stato ucciso, una pistola semiautomatica, era detenuta illegalmente. Nessuno dei tre componenti della famiglia aveva il porto d’armi.

Il padre che ha sparato contro il figlio da alcuni anni era semi-infermo: in casa si muoveva con l’aiuto di un girello, mentre per uscire usava una carrozzella. La moglie era morta da alcuni anni. Nella casa teatro dell’omicidio vivevano l’anziano padre e i due figli.

La dinamica esatta dell’accaduto è al vaglio degli investigatori, che hanno sequestrato la pistola e un bossolo trovati accanto al cadavere. Secondo le prime testimonianze sembra che in casa Vecchio ci fossero dei contrasti fra i due fratelli: Giovanni, la vittima, non voleva che Giuliano, appena uscito dal carcere, tornasse a vivere con lui ed il padre. Potrebbe essere stata una nuova discussione su questo argomento ad avere innescato la lite che è poi sfociata nell’omicidio.

Sul posto oltre ai Carabinieri, sono intervenuti il sostituto procuratore Linda Gambassi e il medico legale Alberto Albertacci. L’autopsia, con tutta probabilità sarà eseguita giovedì.


TAG: