Blitz quotidiano
powered by aruba

Pizza dei froci a Conversano col salame dolce…”E’ per scherzare”

CONVERSANO – Pomodoro, mozzarella e salame dolce: così la “pizza dei froci” è servita a Conversano, in provincia di Bari. La specialità di questo panificio pugliese è stata svelata da Telenorba, la tv locale più seguita in Puglia (e anche in altre località del Sud Italia).

Un altro caso di omofobia legato alla terra pugliese, dopo quello dello scontrino di Maruggio, vicino Taranto, in cui era scritto “mi raccomando, so’ ricchioni“.

Nel servizio di Telenorba una delle persone che lavorano nel panificio racconta candidamente: “Ci è venuta l’idea di chiamarla così visto che usiamo dei salumi. Senza offesa, eh”. E chi vuol intendere… “Eppure”, racconta ancora la stessa ragazza, la pizza è in vendita “da sette anni, e nessuno si è mai offeso”.

Ma i clienti, anziché indignarsi, preferiscono riderci su e non prendere troppo sul serio il risvolto omofobo che un tale nome potrebbe avere.

Eppure non tutti la prendono così, come racconta il sito GayPost:

Niente a che fare con un panificio della provincia barese che vanta nel proprio menù la “pizza dei froci”. “Pizza al salame” era troppo scontato e, probabilmente ispirati dalle falliche forme della materia prima, si è preferito cadere nel linguaggio omofobico, quello della battutina, quello del “si fa per scherzare”.