Blitz quotidiano
powered by aruba

Pokémon Go, hacker annunciano: “Abbiamo attaccato i server”

ROMA – La Pokémon Go mania imperversa e ora gli hacker hanno annunciato di aver lanciato un attacco contro i server. Il gruppo di hacker si chiama PoodleCorp e minaccia di attaccare l’amato gioco, ma la Niantic, proprietaria dei server, ha detto di non aver registrato alcun attacco. A pochi giorni dal lancio dell’app di Pokémon Go però un problema ai server è stato registrato. Il motivo ufficiale sarebbe quello che l’app ha avuto una popolarità non immaginata dagli sviluppatori e i tanti download hanno affaticato i server e causato il crash, ma ora gli hacker di PoodleCorp rivendicano come loro il “merito” di quel problema.

Gli hacker sarebbero responsabile del blocco di domenica 16 luglio, ad appena un giorno dal lancio dell’app, che su Twitter è diventato un trend con l’hashtag #pokemondown, scrive anche il sito Network World. Problemi ai server sono stati registrati, riportano diversi siti statunitensi tra cui quello di Forbes, in tutto il mondo e anche nei giorni scorsi diversi disservizi causati dall’enorme mole di giocatori sono stati segnalati, provocati dal successo inaspettato per gli stessi ideatori.

Dal canto suo la compagnia ha ammesso le difficoltà in un tweet, tranquillizzando gli utenti che avrebbe sistemato il problema. Già nella giornata di domenica si era fatta avanti l’ipotesi che dietro al blocco potesse esserci stato un attacco hacker, ma l’azienda ha smentito, ricollegando il problema al sovraffollamento dei server per la grande utenza registrata. Ora gli hacker rivendicano l’attacco e potrebbero essere stati proprio loro ad aver scatenato l’ira dei giocatori di questa app, che


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'