Blitz quotidiano
powered by aruba

Polizia rinnova parco auto, in arrivo BMW 320d Touring

ROMA – La Polizia stradale rinnova il parco auto con 278 Bmw dotate di strumenti tecnologici all’avanguardia per agevolare il controllo del territorio. Le nuove autovetture BMW 320d Touring e moto BMW R1200 RT che la Polizia di Stato ha acquistato dalla storica casa costruttrice tedesca sono state presentate oggi, 22 marzo, a Roma.

Si tratta di una prima fornitura di autoveicoli che nel prossimo biennio sarà completata da ulteriori 500 mezzi e che si aggiunge alle 168 autovetture Fiat Freemont acquisite nel corso degli anni 2014/2015. In totale nel triennio 2015-2017 il parco veicolare della Polizia Stradale sarà rinnovato con 900 mezzi, circa 2/3 del totale. I veicoli rispondono ai requisiti di sicurezza, praticità ed efficienza per agevolare le attività di controllo del territorio come dichiara il Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, Roberto Sgalla.

“La nuova strumentazione e le nuove autovetture permetteranno ai poliziotti della Polstrada – ha aggiunto Sgalla – di controllare meglio il territorio e di prevenire cosi l’incidentalità mortale che, purtroppo, nell’ultimo anno è tornata a crescere. Il nostro obiettivo e di raggiungere, entro il 2020, quello che l’UE ci chiede, ovvero, 2000 morti sulle strade come limite massimo. Unendo nuove tecnologie e costante impegno sarà possibile ottenere quanto ci siamo prefissati”.

Le principali novità di equipaggiamento, che si aggiungono al “tradizionale” allestimento previsto per i servizi di polizia stradale, delle autovetture BMW 320D Touring, riguardano principalmente il pannello luminoso abbattibile a messaggio variabile collocato sul tettino che fornisce notizie utili all’utenza ed il tablet di bordo, che consente di ottenere, in tempo reale, informazioni su veicoli e persone grazie al collegamento con le banche dati in uso alle forze di polizia, e di trasmettere dati e comunicazioni alla Sala Operativa.

Il veicolo è inoltre dotato di una telecamera ad alta definizione che permette di effettuare riprese su strada che possono essere utilizzate nella ricostruzione di incidenti stradali o come supporto in attività operative ed investigative; il veicolo è provvisto di un sistema di geolocalizzazione che consente alla Sala Operativa di verificare costantemente la posizione delle pattuglie utilizzando la cartografia digitale. Novità anche per le nuove motociclette, il motore passa da una cilindrata di 850 cc all’attuale 1200cc.


TAG: , , ,