Cronaca Italia

Pomezia nube tossica, su WhatsApp falso allarme: “Gruppi armati misurano le polveri sottili”

Pomezia nube tossica, su WhatsApp l'allarme: "Gruppi armati misurano le polveri sottili"

Pomezia nube tossica, su WhatsApp l’allarme: “Gruppi armati misurano le polveri sottili”

ROMA – Come nel caso dei terremoti, anche dopo la situazione di allarme creatasi con l‘incendio all’azienda Eco X di Pomezia e la nube nera che si è diffusa nella zona qualcuno ha approfittato per diffondere il panico attraverso WhatsApp.

Due i messaggi che sono circolati in questi giorni, la cui autenticità è stata smascherata dal sito Bufale.net. Entrambi parlano di un non meglio specificato gruppo di persone armate che starebbe visitando le case di Pomezia e dintorni con la scusa di misurare il livello di polveri sottili nell’area.

Il primo recita:

“ATTENZIONE RAGAZZI FATE GIRARE Stanno girando per appartamenti con la scusa di misurare le polveri sottili e controlli vari per via dell’incendio di Pomezia dell’altro giorno. Non aprite, sono armati! Condividete e fate girare la voce!!!”.

Il secondo messaggio è ancora più duro e atto a scatenare il panico, e dice:

“ATTENZIONE RAGAZZI FATE GIRAlRE Stanno girando per appartamenti con la scusa di misurare le polveri sottili ed altre cazzate simili per via dell’incendio di Pomezia dell’altro giorno. Non aprite, sono armati! Condividete, copiate, scrivetelo a vostro modo, fate come vi pare ma fate girare la voce!”.

In poche ore i messaggi sono comparsi sui telefoni di molte persone di Pomezia e delle zone limitrofe. Ma non si trattava di eventi reali, bensì di bufale create per scatenare il panico.

To Top