Cronaca Italia

Pompei, borchia di bronzo rubata. E sono stati i turisti

Pompei, borchia di bronzo rubata. E sono stati i turisti

Pompei, borchia di bronzo rubata. E sono stati i turisti (foto Ansa)

POMPEI – Agli Scavi di Pompei hanno rubato una borchia in bronzo risalente al VI secolo A.C.. Valore del bottino: 300 euro circa. Autori del furto: turisti, visto che è successo durante l’orario di esposizione al pubblico. La borchia era esposta nella mostra Pompei e i Greci all’interno della cosiddetta Palestra Grande. La borchia, ornamento per porte, era infissa su un pannello di legno e coperta solo davanti da un pannello di plexiglass. Il furto si sarebbe verificato durante l’orario di apertura al pubblico. Indagano i carabinieri del Nucleo investigativo di Torre Annunziata (Napoli).

La borchia rubata la scorsa notte era una delle quattro borchie in bronzo applicate su una riproduzione della porta di Torre Satriano. Si tratta, spiega la Soprintendenza di Pompei, di una borchia del diametro di 7,3 cm, della seconda metà del VI -inizi del V sec a.C. proveniente dal Museo archeologico nazionale della Basilicata “Dinu Adamesteanu” di Potenza, il cui valore assicurativo è di 300 euro. Questa mattina si sono recati sul posto i carabinieri e il reparto investigazione scientifiche dell’Arma dei Carabinieri per effettuare i rilievi e le indagini pertinenti, oltre a visionare le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza. La Direzione del Parco sta avviando tutte le indagini anche interne per risalire alle cause di tale sparizione. La mostra è attualmente chiusa al pubblico per consentire le indagini e le analisi della scientifica.

La scoperta del furto della borchia di bronzo è avvenuta a tarda ora, quando i custodi della Soprintendenza speciale diretta da Massimo Osanna si sono resi conto di quanto era accaduto. I carabinieri stanno indagando anche mediante la visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza collocate all’interno della mostra. L’area è stata sequestrata e, quindi, non accessibile ai turisti.

To Top