Blitz quotidiano
powered by aruba

Pompiere salva bimba che sta morendo ma…viene sospeso

WASHINGTON – Un pompiere volontario ha utilizzato il camion dei vigili del fuoco per portare in ospedale una bimba che rischiava di morire soffocata. Il vigile del fuoco ha salvato la vita della bambina, ottenendo il riconoscimento dei suoi genitori, ma è stato sospeso dal servizio: usare il camion dei vigili del fuoco per scopi medici è contrario al regolamento.

A raccontare la storia del capitano James Kelley è il Washington Post, che scrive come il pompiere volontario di Fredericksburg sia intervenuto sul luogo di una emergenza a Stafford County insieme al collega e sergente Virgin Bloom. All’arrivo ha trovato un uomo con in braccio il corpo della figlioletta di 18 mesi dal volto cianotico. Kelley è stato il primo ad arrivare sulla scena e ha dovuto prendere una decisione: aspettare il personale medico, senza sapere quando sarebbe arrivato, oppure caricare la bimba sul camion e portarla in ospedale.

 

Kelley ha scelto la seconda opzione ed ha portato la piccola al più vicino ospedale, dove la vita della bambina è stata salvata. Una eccezione al regolamento dei vigili del fuoco che gli è costata una sospensione dal servizio, ma a Kelley non sembra importare: “Sono contento della mia decisione”, ha detto.

David Nunamaker e Lena sono i genitori della della bambina e hanno ringraziato Kelley e il suo collega, che ha messo la salute della piccola davanti al regolamento e hanno salvato così la loro bambina, nonostante fossero coscienti del rischio di punizione a cui andavano incontro:

“Mia moglie ed io ci sentiamo malissimo per quanto sta accadendo a questi due gentiluomini. L’azione di questi uomini mostra tutta la loro dedizione alla missione e cosa significa fare il meglio per le persone. Ai nostri occhi sono e rimangono degli eroi”.


PER SAPERNE DI PIU'