Blitz quotidiano
powered by aruba

Ponsacco, tenta suicidio per amore, ma la madre devia il colpo e lo salva

PONSACCO (PISA) – La compagna lo lascia dopo dieci anni, e lui tenta di suicidarsi con una pistola. Ma la madre interviene e lo salva. Tragedia sfiorata a Ponsacco, in provincia di Pisa. 

Come racconta il Tirreno, l’uomo, in crisi per la fine della lunga relazione con la sua compagna, era tornato a vivere con i genitori. Alcuni giorni fa, in preda alla disperazione, ha preso la pistola regolarmente denunciata che aveva in casa per uccidersi.

La madre, che aveva intuito che il figlio stava vivendo una giornata particolarmente difficile, è entrata nella sua stanza. Quando lo ha visto con la pistola in mano è subito intervenuta, senza pensarci due volte, e gliel’ha tolta dalla mano. Il colpo era già partito, ed è finito contro una delle pareti di casa, danneggiandola. Ma né la donna né il figlio sono rimasti feriti.

I primi a rendersi conto che era accaduto qualcosa sono stati i vicini di casa, ma sono stati i familiari del giovane a chiamare i carabinieri, come spiega il Tirreno:

La madre, con la voce rotta dall’angoscia di chi si rende conto che stava per trovarsi di fronte a una tragedia, ha raccontato ai militari cosa era successo in pochi istanti. Per lei ci sono state parole di conforto da parte dei militari, così come per il figlio che avrà bisogno di essere aiutato ad affrontare questo particolare periodo della sua vita.

La pistola è stata sequestrata dai militari, così come le munizioni, anche se è regolarmente denunciata. La casa è stata perquisita alla ricerca di altre armi, che non sono state trovate.

 

 

 


PER SAPERNE DI PIU'