Cronaca Italia

Pontedera, festa con violenza. Incastrati da Whatsapp: “Si fa un change”

Pontedera, festa con violenza. Incastrati da Whatsapp: "Si fa un change"

Pontedera, festa con violenza. Incastrati da Whatsapp: “Si fa un change”

PISA – La droga Ghb non possono che averla messa i due ragazzi nel bicchiere. E se lo hanno fatto è perché volevano annullare le resistenza della giovane, poi abusata. Sono queste le motivazioni della sentenza di condanna a 8 anni che i giudici di Pisa hanno pronunciato nei confronti di Mattia Rizza ed Edoardo Nieri, due ventenni di Pontendera accusati di aver stuprato una ragazza il 2 luglio 2014 al termine di una festa in piscina nella villa del nonno di uno dei due.

A incastrarli la cosiddetta “droga dello stupro” e soprattutto i messaggi Whatsapp scambiati dai ragazzi che così vengono ricostruiti dal Tirreno:

Vogliono invitare in villa solo la ragazza. Rizza scrive: «Ahah.Te fai il solito. Te la prendi subito». E il Nieri: «Aah ah no no devo testarti prima. Poi se va tutto bene la prendo. Se funziona tutto». «Ben consapevoli, peraltro, che la stessa difficilmente avrebbe acconsentito ad avere rapporti s******i con entrambi, ed essendo determinati a concretizzare ad ogni costo le proprie intenzioni (“due contro uno”), decidono per tempo di procurarsi la sostanza stupefacente denominata Ghb (“un po’ d’acqua da bere”, “I lavori sporchi tutti Eddie”- è Nieri che porta le bevande), nonché alcune bevande per veicolarla facilmente (Schweppes) ed un’altra (vodka) per moltiplicarne gli effetti», riportano le motivazioni. Quando Nieri e Rizza sanno della presenza anche dell’amica – la testimone oculare della violenza – pensano a un imprevisto piacevole. Nieri: «Si piglierà anche lei»; ed il Rizza: «Se proprio dobbiamo…»; ed ancora il Nieri: «Si fa un change nel mezzo»; ed il Rizza conclude: «Il solito».

Il 3 luglio il messaggino ha un altro tono. Nieri, con la polizia già all’opera, dirà a tale “Giacomo Luca”: «È successo un casino Jack» e questo: «Sei grandicello ora. Ti assumi le responsabilità… Combina casini».

To Top