Cronaca Italia

Pordenone, colpito da una scarica elettrica da 20mila volt: 23enne sopravvive

Pordenone, colpito da una scarica elettrica da 20mila volt: 23enne sopravvive

Pordenone, colpito da una scarica elettrica da 20mila volt: 23enne sopravvive

PORDENONE – Folgorato da una scarica elettrica, salvato col defibrillatore. L’epiosdio è accaduto lunedì mattina, 18 settembre, alle 11 in un piazzale della O-I manufacturing, a Villotta di Chions, in provincia di Pordenone.

La vittima il 23enne Alberto Baldissin, dipendente della ditta esterna Baldissin srl di San Polo di Piave. Erano le 11 circa, racconta il Gazzettino, quando nella parte retrostante gli uffici erano in corso alcune operazioni di posizionamento e spostamento di alcuni container da parte della ditta Baldissin. Ai comandi di un ragno sollevatore c’era lo zio del giovane, che, per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri, nell’azionare il braccio meccanico non deve essersi accorto delle presenza dei cavi dell’alta tensione. È stato sufficiente un lieve contatto per generare una potente scarica elettrica che ha provocato lo scoppio di uno pneumatico del muletto e ha investito in pieno il 23enne operaio che era appoggiato al container. I 20mila volt che lo hanno folgorato l’hanno mandato per due volte in arresto cardiaco. Solo la prontezza di riflessi di cinque dipendenti della O-I è stata determinante, salvandogli la vita col defibrillatore presente in azienda.

Il ragazzo è stato poi trasportato in elicottero all’ospedale di Udine, dove si trova ricoverato nel reparto di terapia intensiva. La ditta stava operando in una delle sedi della multinazionale nel mercato della produzione di bottiglie di vetro. La Baldissin, ditta specializzata in montaggi industriali, stava spostando un container.

To Top