Cronaca Italia

Porpetto (Udine), vandali al cimitero: danneggiata la tomba di un neonato. E’ la seconda volta

Porpetto (Udine), vandali al cimitero: danneggiata la tomba di un neonato. E' la seconda volta

Porpetto (Udine), vandali al cimitero: danneggiata la tomba di un neonato. E’ la seconda volta (Foto d’archivio)

PORPETTO (UDINE) – Vandali in azione sulla tomba di un neonato nel cimitero di Porpetto, in provincia di Udine. Il vaso con i fiori è stato rubato e sono stati lasciati biglietti di insulti contro la madre del piccolo, scrive Francesca Artico sul Messaggero Veneto. 

L’accaduto è stato segnalato ai carabinieri di Torviscosa che già stanno indagando per un fatto analogo che risale al 24 agosto e per il quale è stato denunciato a piede libero un uomo di 36 anni del luogo.

A scoprire quel che era accaduto, domenica mattina, è stato il padre del piccolo. Dopo il caso precedente, infatti, la madre del neonato è rimasta sotto choc e non è più andata al cimitero.

“Non posso accettare una cosa del genere – ha spiegato al Messaggero Veneto – il non poter andare a portare un fiore nella tomba di mio figlio per me è devastante. Dal 1995, quando è morto, andavo ogni mattina in cimitero, ora non riesco a farlo. Cosa ha fatto di male il mio bambino per meritarsi questo? E perché questo accanimento nei miei confronti”.

Per quei fatti era stato individuato come autore del fatto un uomo di 36 anni che era stato visto aggirarsi vicino al cimitero una notte, alle 3, ed era stato trovato in possesso di una spatola di metallo e di un paio di guanti da lavoro. L’uomo era stato arrestato e quindi denunciato a piede libero per vilipendio della tomba e danneggiamento aggravato. Anche i genitori avevano presentato denuncia contro l’uomo. Ignote le motivazioni del gesto. Adesso, un nuovo atto vandalico.

To Top