Blitz quotidiano
powered by aruba

Poste, giovani con app saltano la fila: pensionati infuriati, rissa sfiorata

LATINA – Rissa sfiorata in un ufficio postale di Terracina la mattina dell’8 novembre quando i pensionati in fila hanno chiamato i carabinieri per segnalare la presenza di giovani che saltavano la fila. Niente di irregolare però: i giovani stavano utilizzando la nuova app di Poste Italiane che permette di prenotarsi in fila da casa, attraverso lo smartphone, e recarsi nell’ufficio postale al momento del proprio turno. I vecchietti che non conoscevano l’esistenza dell’app e che da ore attendevano in fila allo sportello hanno pensato che ci fosse qualcosa di losco e così, dopo aver visto i giovani clienti superarli, si sono infuriati, tanto da arrivare a chiamare i carabinieri.

A raccontare la rissa sfiorata nell’ufficio di Poste Italiane di Terracina-Lido è il sito QuiFinanza, che scrive come gli anziani erano in fila per ritirare la pensione dalle prime ore del mattino, dove nell’ufficio postale avevano ritirato il proprio numeretto e si erano accomodati attenendo il proprio turno. Poi sono arrivati i primi clienti giovani, che non erano di certo con loro a ritirare il ticket cartaceo, e hanno iniziato a superarli nella coda. I pensionati hanno iniziato a sentir parlare i giovani clienti della “app delle poste” e quando si sono ribellati a quella che secondo loro era una ingiustizia, si sono sentiti rispondere dai giovani che avevano già prenotato via smartphone.

Dopo l’ennesimo cliente munito di numeretto via app, gli anziani hanno deciso di ribellarsi e di chiamare i carabinieri per ripristinare quello che secondo loro era l’ordine di arrivo. Il clima si è surriscaldato a tal punto che sono partiti gli insulti e il malumore generale ha rischiato la nascita di una rissa:

 

“Proprio per questo, dopo l’ennesimo cliente giovane che ha scavalcato la fila grazie all’applicazione, i pensionati alle Poste Italiane Terracina-Lido si sono ribellati. “Avete rotto il c… con questa app” ha gridato un anziano secondo i testimoni, ricevendo l’appoggio delle altre persone in coda, che hanno deciso di chiamare i carabinieri per fermare quella che ritenevano un’ingiustizia. Arrivate sul posto le forze dell’ordine non hanno potuto far altro che sedare la rissa, tentando invano di spiegare ai pensionati che anche i clienti giovani avevano ragione. D’altronde non è la prima volta che si verifica un fatto simile e la app delle Poste sta scatenando un vero e proprio scontro generazionale”.


PER SAPERNE DI PIU'