Blitz quotidiano
powered by aruba

Prima di morire a 92 organizza funerale e scrive necrologio

GENOVA – Poco prima di morire a 92 anni, un ex impiegato dell’Italsider in pensione ha organizzato il suo funerale e scritto il suo necrologio. Questa incredibile storia la racconta Il Secolo XIX. Lui si chiamava Lucio Nigro:;

“Chiedo scusa agli invitati al mio centenario ma Dio ha voluto chiamarmi prima e non ho potuto negarmi». Così Lucio Nigro, ex impiegato dell’Italsider in pensione, ha deciso di ringraziare parenti, amici e conoscenti nel necrologio scritto di suo pugno e pubblicato ieri sul Secolo XIX. Un necrologio in cui annunciava di essere «passato a miglior vita», all’età di 92 anni.”

“Il suo cuore ha smesso di battere lunedì, all’ospedale San Martino. Ma «fino all’ultimo è rimasto lucido e sereno», come dice Maurilio Cuneo, uno dei suoi sei nipoti. Tanto da decidere, fin nei minimi dettagli,l’organizzazione del proprio funerale, che si è svolto ieri nella chiesa di Santa Sabina, a San Fruttuoso. Ha deciso tutto: dall’annuncio sui giornali alle fasi in cui si sarebbe dovuto svolgere il rito con il corteo funebre e la lettura di un testo di Sant’Agostino”.

“Tutto con il suo particolare tocco di dolcezza nei confronti delle persone che aveva conosciuto e a cui voleva bene. ‘Sono grato a parenti, amici e conoscenti per la buona compagnia fattami in vita – si legge ancora nel necrologio – Grazie. Non fiori nè commiserazione ma allegria, sono passato a miglior vita'”.

Maurilio Cuneo spiega che il nonno

“ci ha lasciato un plico con tutte le indicazioni su come dovesse svolgersi il funerale e noi abbiamo cercato di seguirle alla lettera. Di sicuro non desiderava essere salutato con tristezza. Voleva essere accompagnato in chiesa a suon di musica. Questo desiderio non era facile da realizzare, ma grazie agli operatori di La Generale Pompe funebri, ce l’abbiamo fatta”