Cronaca Italia

Procida, bimba di 4 mesi muore dopo esser stata dimessa da pronto soccorso

Procida, bimba di 4 mesi muore dopo esser stata dimessa da pronto soccorso

Procida, bimba di 4 mesi muore dopo esser stata dimessa da pronto soccorso

PROCIDA (NAPOLI) – Era stata dimessa venerdì sera dal pronto soccorso, ma il giorno dopo è morta. E’ stata aperta un’inchiesta sul decesso della bimba di quattro mesi che il 6 gennaio era stata mandata a casa dopo una visita al pronto soccorso di Procida (Napoli). 

I carabinieri della compagnia di Ischia e quelli della stazione di Procida hanno disposto il sequestro della salma della bimba. Al momento i genitori non hanno presentato denuncia ma i carabinieri procedono d’ufficio. L’ipotesi di reato è quella di omicidio colposo.

Anche la Asl ha fatto sapere che aprirà un’indagine interna. “Siamo vicini al dolore della famiglia, apriremo subito un’inchiesta per verificare eventuali responsabilità, ma dalle prime indagini tutti i protocolli paiono essere stati osservati”. E’ quanto scrive, in una nota, il direttore generale dell’Asl Napoli 2 Nord, Antonio d’Amore, in merito al caso della morte della bimba di quattro mesi, verificatasi a Procida. “Tutto il personale in servizio dell’ospedale si è stretto nel cordoglio alla famiglia”, si legge ancora nella nota.

San raffaele

“La bambina era in pieno benessere ed ora si dovranno stabilire le cause del decesso. Ieri sera non c’erano gli estremi per tenerla ricoverata qui”, ha detto all’Ansa uno dei medici del pronto soccorso. “La bambina stava benissimo, – ha spiegato il medico – non aveva neanche la febbre quando è arrivata in ospedale. I genitori hanno detto che in giornata aveva avuto la febbre a 39 e le avevano somministrato il paracetamolo, ma quando è arrivata in ospedale verso le 22:30-23 la bambina era senza febbre e i parametri vitali erano buoni. Il respiro era normale, la frequenza ottima, il medico internista di turno ha ascoltato le spalle e ventilavano bene, la bimba era vispa, cosciente”.

“Stamattina – continua il medico – è ritornata in ospedale con problemi di frequenza cardiaca bassa per cui il polso non era apprezzabile, il rianimatore l’ha intubata, le sono state praticate tutte le cure di rianimazione primaria di emergenza ma purtroppo non hanno risposto”.

“Sono mortificato ed arrabbiato, è la vita di una bambina che abbiamo perso”: così, il sindaco di Procida, Raimondo Ambrosino, ha commentato il decesso della bimba.

To Top