Blitz quotidiano
powered by aruba

Profughi sequestrano operatrice coop: “Non ci danno da mangiare”

MANTOVA – “Non ci danno da mangiare”. Così hanno detto alla collaboratrice della cooperativa Olinda prima di trattenerla contro la sua volontà all’interno del centro di accoglienza. Per questo quattro profughi, ospiti del Cie di Goito, in provincia di Mantova, sono stati arrestati lunedì 11 luglio. Dovranno rispondere del reato di sequestro di persona in concorso.

Ne parla la Gazzetta di Mantova.

La protesta di M.I.E. 28 anni del Camerun, Y.S., 28 anni ghanese, K.J., 19 anni ghanese e M.S., 23 anni della Costa d’Avorio era per ottenere il sussidio economico giornaliero oltre che viveri, bevande e altri beni di consumo che gli spettano e che in base a quanto da loro riferito non gli vengono corrisposti.

I carabinieri di Goito sono  intervenuti sul posto insieme ai militari della compagnia di Castiglione delle Stiviere: hanno liberato la donna trattenuta contro la sua voltà e arrestato i quattro uomini.


TAG: ,