Blitz quotidiano
powered by aruba

Profugo molesta minorenni e picchia agente: arrestato

Un profugo è stato arrestato a Livorno per aver molestate due ragazzine minorenni e per aver reagito e picchiato un carabiniere che voleva fermarlo

LIVORNO – Ha molestato due ragazzine minorenni, aspettandole all’uscita da scuola e seguendole per attirare le loro attenzioni. Poi quando il padre di una delle ragazzine ha chiesto aiuto ai carabinieri e l’uomo, un profugo nigeriano che ha richiesto asilo in Italia, quando ha visto gli agenti ha reagito e li ha picchiati. Il profugo ora è stato arrestato a Livorno con l’accusa di molestie private e lesioni a pubblico ufficiale.

Claudio Cartaldo su Il Giornale scrive che per le 2 ragazzine l’incubo è iniziato quando il profugo le ha notate e ha cercato di attirare la loro attenzione, pedinandole e aspettandole fuori da scuola:

“Ad una delle due minorenni è riuscito anche ad estorcere con la forza il numero di telefono. Il 29enne, ospite in un el di Livorno e in attesa di ottenere l’asilo politico, è stato arrestato con l’accusa di violenza privata, atti persecutori, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Nei giorni scorsi, secondo i racconti delle ragazze e le indagini dei carabinieri, il nigeriano ha avvicinato le due ragazze mentre uscivano da scuola. Poi con insistenza e forti pressioni ha obbligato una delle due a “consegnargli” il numero di telefono. Lei, impaurita, ha acconsentito. Fornendo però un recapito falso. Quando l’immigrato ha scoperto di essere stato “beffato”, ha rincorso la ragazza e con violenza l’ha costretta a fornigli il numero esatto.

Non contento, nei giorni successivi l’immigrato ha continuato ad importunarle. Chiamando anche al telefono alla ragazza. Il padre della minorenne, allora, si è recato dai carabinieri. Che il giorno successivo si sono appostati fuori da scuola per incastrare il profugo. Il quale si è puntualmente presentato, ha rincorso le ragazze che si sono nascoste in un bar. Mentre cercava di strattonare una delle minorenni, sono intervenuti i carabinieri. Vistosi braccato, l’immigrato ha reagito. Colpendo un carabiniere, scaraventandolo a terra e costringendolo ad andare all’ospedale”.


PER SAPERNE DI PIU'