Blitz quotidiano
powered by aruba

Pronto soccorso, troppa attesa: aggredisce medici

NAPOLI – Va al pronto soccorso con un dolore al petto, ma all’ospedale non c’è il “triage”, cioè la regolazione di priorità, così l’uomo è costretto ad aspettare, e ad un certo punto aggredisce i medici, prendendo a pugni un dottore e scagliando una scrivania addosso ad una dottoressa. E’ successo nella mattina di sabato 5 marzo al pronto soccorso del San Giovanni Bosco di Napoli. 

L’uomo, di Melito, aveva un dolore al petto quando è arrivato al pronto soccorso. Non essendoci il ‘triage’ nell’ospedale al paziente è stato detto di aspettare il suo turno. É stato allora che è andato in escandescenza e ha aggredito il personale medico. L’uomo è stato ricoverato in quanto aveva uno scompenso cardiaco ma ora rischia anche una denuncia.

Sul quotidiano il Mattino Melina Chiapparino scrive:

Pronto soccorso distrutto, calci e pugni contro due medici e panico tra le mura ospedaliere. E’ l’ennesimo episodio di violenza in corsia quello accaduto poco dopo le 13.00 al pronto soccorso dell‘ospedale San Giovanni Bosco dove un paziente ha aggredito fisicamente due camici bianchi, di cui una donna malmenata con schiaffi e pugni dopo che le era stata scaraventata addosso una scrivania. Minuti interminabili di paura e di fuggi fuggi generale sono stati quelli durante i quali un uomo che stava attendendo il suo turno per la visita, spazientito dall’attesa e ritenendo di dover essere visitato prima degli altri, si è alzato dalla sedia a rotelle dove era stato accomodato e a cominciato ad insultare i sanitari.

Alla manciata di minacce e provocazioni verbali è seguita, dopo pochi secondi, una vera e propria aggressione fisica. (…) L’accesso di rabbia del paziente ha compromesso il funzionamento di alcuni apparecchi fax e telefoni in dotazione al pronto soccorso e procurato la rottura di alcuni suppellettili, oltre a distruggere parte del mobilio e a seminare il terrore nel pronto soccorso. Il personale sanitario, dopo i primi minuti di violenza ha allertato le forze dell’ordine e cercato in ogni modo di bloccare la furia dell’aggressore. Sul posto è intervenuta la Polizia.

(…) L’episodio di violenza riporta alle cronache un’evidenza drammatica: l‘ospedale San Giovanni Bosco è l’unico dell’Asl Napoli 1 a non avere il Triage, sistema di filtraggio per le priorità degli accessi dei pazienti’ affermano Natale De Falco e Emilio Cavuoto del Coordinamento Nazionale Cimo Emergenza, ‘I medici del 118 che operano nei pronto soccorso sono stanchi e demotivati, obbiettivi continui di assalti violenti”.