Blitz quotidiano
powered by aruba

Puzza sul bagnato: fumi di colla alla Camera

ROMA – Dipendenti della Camera e giornalisti parlamentari sono stati per qualche ora ''vittime'' dell'accelerazione dei lavori estivi che fervono a Montecitorio. Nel pomeriggio nella sala stampa adiacente all'ingresso principale e' stato avvertito un forte odore di colla, cosi' intenso da essere quasi intollerabile. Alcuni giornalisti sono usciti nel cortile interno, anche questo sottoposto a lavori di manutenzione.

Sull'acre odore e' nato subito un giallo, anche perche' in sala stampa non c'era nessun operaio al lavoro. Ma l'arcano e' stato presto scoperto: una squadra di operai stava incollando un parquet nuovo di zecca nell'ufficio del vicepresidente Antonio Leone.

E l'aria satura di colla e' stata aspirata da una cappa posta proprio accanto ad una finestra lasciata aperta per l'areazione del'ambiente. E dalla conduttura collegata alla cappa veniva pompata l'aria condizionata immessa poi in sala stampa: aria che in poco tempo e' diventata satura di fumi di colla. Il problema e' stato presto risolto spegnendo temporaneamente il sistema di climatizzazione.


*campi obbligatori