Blitz quotidiano
powered by aruba

Ragusa, distrugge bar e minaccia titolare: arrestato

Il titolare del bar, un cittadino cinese, da molti anni in Italia, raccontava e denunciava come il marocchino, già conosciuto per essere scappato altre volte senza pagare il conto e già in stato di euforia da assunzione di bevande alcoliche, dopo aver mangiato, iniziava ad urlare e a disturbare all’interno del locale, in presenza di altri clienti.

RAGUSA – A Ragusa nella notte tra sabato 6 e domenica 7 febbraio la Polizia è intervenuta presso un ristorante cinese dove era stata segnalata una violenta aggressione a colpi di bottiglie di vetro. Gli agenti hanno bloccato un cittadino di nazionalità marocchina, ancora molto agitato, che si rifiutava persino di entrare nell’auto della polizia scalciando verso un poliziotto.

Il titolare del bar, un cittadino cinese, da molti anni in Italia, raccontava e denunciava come il marocchino, già conosciuto per essere scappato altre volte senza pagare il conto e già in stato di euforia da assunzione di bevande alcoliche, dopo aver mangiato, iniziava ad urlare e a disturbare all’interno del locale, in presenza di altri clienti.

Alle sue rimostranze del ristoratore, il marocchino iniziava con le minacce di morte e con i calci rompendo anche un acquario. Non contento, uscito dal ristorante, munito di bottiglie di vetro iniziava a lanciarle ed a ferirsi volontariamente.

L’uomo, poi identificato per Addyani Tawfik, trentenne, con diversi precedenti per reati della stessa tipologia, dopo le cure del caso al pronto soccorso, è stato tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e minaccia aggravata, ed è stato portato nel carcere ragusano.


TAG: