Blitz quotidiano
powered by aruba

Ragusa, tentò di rapire bimba. Indiano espulso

ROMA  –  Ram Lubhaya, il cittadino indiano che lo scorso 16 agosto era stato arrestato e subito rilasciato dopo essere stato sorpreso nel tentativo di rapire una bambina su una spiaggia di Scoglitti (Ragusa), è stato espulso. Lo ha annunciato il ministro dell’Interno, Angelino Alfano.

“Oggi abbiamo espulso dal territorio nazionale il cittadino indiano Ram Lubhaya che il 16 agosto scorso si era reso responsabile, a Scoglitti, in provincia di Ragusa, del tentato sequestro di una bambina di età inferiore ai 14 anni. Lo straniero, lo scorso 24 agosto, a seguito di un decreto di trattenimento emesso dal Questore di Ragusa, era stato accompagnato all’interno del Centro di Identificazione ed Espulsione di Pian del Lago a Caltanissetta”.

“Oggi, continua Alfano, con un volo decollato da Roma Fiumicino e diretto a New Delhi, il cittadino indiano è stato riaccompagnato al suo Paese. L’Italia conosce i principi dell’accoglienza per chi fugge da guerre e persecuzioni, ma è soprattutto un Paese che fa rispettare le proprie leggi e le proprie regole e chi non le rispetta o si dimostra ostile ai nostri principi, lo espelliamo. Abbiamo ritenuto necessaria, dunque, questa espulsione perché il cittadino indiano ha leso la pacifica convivenza della nostra società. Soggetti che si rendono responsabili di simili comportamenti sono arrestati o espulsi dal nostro territorio”.

Salgono così a 114 le espulsioni eseguite dall’inizio del 2015 ad oggi, 48 nell’anno in corso.