Blitz quotidiano
powered by aruba

Rapporti intimi in carcere tra poliziotte e detenuti. Indagine a Brescia

BRESCIA – Sess0 tra poliziotte e detenuti nel carcere di Verziano. E’ quanto cerca di appurare la Procura di Brescia che ha aperto un’inchiesta sui presunti rapporti intimi instaurati tra due agenti della polizia penitenziaria e alcune persone recluse nella struttura. I rapporti sarebbero avvenuti sia all’interno che all’esterno del carcere, nei momenti di semilibertà.

Si tratterebbe di casi emersi nella primavera scorsa su cui la Procura mantiene il massimo riserbo. A riportare la notizia è il Giornale di Brescia, secondo il quale al vaglio degli investigatori sono i comportamenti di due poliziotte contrari al regolamento carcerario che vieta le relazioni tra polizia e reclusi. Una avrebbe chiesto e ottenuto il trasferimento nel carcere di Bollate. “Per scelta e non per punizione o imposizione”, specifica il giornale. L’altra è invece in malattia.

Calogero Lo Presti, responsabile sindacale Cgil Lombardia della polizia penitenziaria auspica

“che la procura della Repubblica di Brescia effettui le indagini in breve tempo possibile, facendo luce sulla vicenda. Esprimiamo la nostra vicinanza e solidarietà al corpo della polizia penitenziaria, e in particolar modo al personale femminile di Verziano, che con vero spirito di sacrificio e dedizione assolve ai propri doveri istituzionali nonostante la forte carenza di organico e con tutti i rischi e pericoli che quotidianamente affrontano”.


TAG: