Cronaca Italia

Ravenna, guardia giurata uccisa a colpi di fucile da caccia

Ravenna, guardia giurata uccisa a colpi di pistola

Ravenna, guardia giurata uccisa a colpi di pistola

RAVENNA – Lo hanno freddato a colpi di fucile da caccia mentre si apprestava a fare il suo giro di perlustrazione nella cava dove era di pattuglia. Vittima una guardia giurata, uccisa nella notte tra il 29 e il 30 dicembre a Savio, in provincia di Ravenna.

Ad accorgersi dell’accaduto sono stati i colleghi: non sentendo più sue notizie si sono insospettiti e sono intervenuti sul posto. Per ricostruire l’accaduto, i Carabinieri stanno ascoltando ora diverse persone.

La vittima era un metronotte nato a Napoli 42 anni fa. Si chiamava Salvatore Chianese, incensurato, a lungo residente a Trentola Ducenta, in provincia di Caserta, poi domiciliato assieme alla moglie e al figlio di 9 anni a Campiano, frazione alle porte di Ravenna. A trovarne il cadavere, verso l’una e 15, sull’ingresso della cava Manzoni è stato un collega.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del reparto Operativo di Ravenna e i militari della compagnia di Cervia-Milano Marittima, competenti per territorio, oltre al Pubblico Ministero di turno, Daniele Barberini. Si indaga a 360 gradi sul movente dell’omicidio.

To Top