Blitz quotidiano
powered by aruba

Reggia Caserta: ville e 5 euro al mese a 12 dipendenti

ROMA – Reggia di Caserta, per una dozzina di dipendenti da trenta anni c’è un grosso benefit, letteralmente grande quanto una casa, anzi una villa. Il Giornale scrive che la Corte dei Conti sta indagando su alcuni affitti molto comprensivi nei confronti di alcuni dipendenti ed ex dipendenti della Reggia appunto. Comprensivi di un sacco di cose.

Per un canone mensile oscillante tra i cinque e i quindici euro (si attendono proteste da coloro che pagano il triplo del canone base) negli anni ’90 vennero affittate, si fa per dire, una dozzina di ville nel parco che circonda la Reggia. Nel canone erano e sono comprese le bollette, acqua, luce, gas…Oltre il peso di cinque, dieci, quindici euro al mese non si poteva andare, sulle spalle dei dipendenti non si poteva mettere altro. Non andavano ad abitare nel parco forse per essere vicini al luogo di lavoro altrimenti disagevole da raggiungere? Facevano un piacere alla collettività, quasi si sacrificavano, volevi fargli pagare anche le bollette?

Sacrificio che pare proprio si sia esteso negli anni alle famiglie. Gli affitti e le ville sono infatti passati entrambi agli eredi degli originari beneficiari. Quindi anche figli e figlie (e tra un po’ nipoti) costretti ad abitare nel parco. Per alleviare almeno un po’ l’isolamento cui sono stati costretto i dipendenti in villa, negli anni era invalsa la buona abitudine di organizzare qualche festa nel Parco. Parco pubblico, ma non era il caso di stare lì a pignolare.

Questa l’indagine della Corte dei Conti e l’articolo de Il Giornale. Uno legge ed è portato a non credere che sia possibile. Che sia non solo impossibile ma inconcepibile la vergogna, lo scasso, lo scippo di assegnare gratis pezzi del patrimonio pubblico a dipendenti pubblici perché ci abitino a vita e pure gli eredi e pure senza pagare le bollette. Poi si ricorda che appena ieri all’abolizione del martedì non si lavora forte è stata la protesta delle maestranze, che alcuni sindacati hanno pubblicamente condannato il direttore che lavora fuori orario e neanche si fa pagare lo straordinario…Poi si ricorda che nella Reggia di Caserta le tv private locali ci facevano studio e sceneggiatura, che nel parco ci si faceva parcheggio e mondezzaio…E allora sì, può essere, “ci sta” anche la villa a 10 euro al mese nel Parco della Reggia bollette comprese, festa libera ed erede che subentra. Sì, ci sta.