Cronaca Italia

Reggio Emilia: rapita, violentata e rapinata per una faida tra famiglie

Reggio Emilia: rapita, violentata e rapinata per una vendetta tra famiglie

Reggio Emilia: rapita, violentata e rapinata per una vendetta tra famiglie

REGGIO EMILIA – L’hanno rapita, sequestrata, violentata e rapinata. E’ l’atroce vendetta subita da una ragazza di 20 anni a causa di una accesa rivalità tra due famiglie nomadi. Il vile assalto si è consumato nella notte tra giovedì e venerdì della scorsa settimana a Reggio Emilia. I due stupratori, Alessandro Hametovic, 36 anni, e suo figlio Roky, di 18 anni, sono partiti da Rovigo, dove recentemente si erano stabiliti, per compiere la brutale ritorsione.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori l’accesa faida sarebbe nata a causa della spartizione della refurtiva dopo un colpo. Un familiare della giovane aveva litigato pesantemente con i due nomadi arrestati. Così per “punire” il rivale hanno pensato bene di “fare la festa” alla povera ragazza. L’hanno rapita e sequestrata a bordo del loro camper, ne hanno abusato ripetutamente e poi le hanno strappato di dosso la collana che portava al collo. Infine l’hanno abbandonata in strada, sanguinante e quasi esanime. A trovarla è stato un passante che ha immediatamente chiamato un’ambulanza.

I due aguzzini rintracciati e arrestati, dovranno ora rispondere di un pesante elenco di imputazioni: violenza s******e, rapina e sequestro di persona.

 

To Top