Cronaca Italia

Rigopiano. “Ancora con la bufala dell’hotel sepolto?”: prima risposta Protezione Civile

Rigopiano. "Ancora con la bufala dell'hotel sepolto?": prima risposta Protezione Civile

Rigopiano. “Ancora con la bufala dell’hotel sepolto?”: prima risposta Protezione Civile

ROMA – Rigopiano. “Ancora con la bufala dell’hotel sepolto?”: prima risposta Protezione Civile. Tra i primi Sos giunti alla sala operativa della Protezione civile presso la prefettura di Pescara che segnalano il collasso dell’Hotel di Rigopiano sepolto dalla valanga, ce n’è uno delle 18 e 20 di mercoledì scorso di Quintino Marcella, che riferisce del messaggio angosciato ricevuto da Giampiero Parete, testimone oculare sul luogo del disastro.

La risposta – i tabulati telefonici diranno che a parlare è una professionista della Prefettura esperta nella gestione delle emergenze – è di totale incredulità, al punto che il Marcella pensa di essere stato scambiato per un mitomane: “Ancora questa storia? Abbiamo verificato, abbiamo sentito l’albergo, la notizia è stata smentita, è una delle tante bufale di questi giorni”.

La funzionaria non crede al suo interlocutore che insiste: ma intanto quasi un’ora e mezza di prezioso tempo si frappone tra allarme e mobilitazione dei soccorsi. Il nastro registra momenti dialogo al limite del grottesco se nel frattempo non si stesse consumando la tragedia.

Quando Quintino Marcella si rende conto di essere stato preso per un mitomane insiste e dice: «Non può essere una bufala, c’è il mio amico Giampiero Parete lassù, ho parlato con lui, è una persona seria, lo conosco». «Anche io lo conosco – replica l’operatrice – conosco la famiglia: non vuol dire, è uno scherzo di pessimo gusto». La famiglia Parete gestisce a Pescara un’avviata pasticceria, dettaglio che restringe il campo dei sospetti a una donna piuttosto pratica della città. (Paolo Mastri, Il Messaggero)

 

To Top