Cronaca Italia

Rigopiano, il convegno imbarazzante: “Dalla grande calamità una valanga di opportunità”. Evento annullato

Rigopiano, il convegno imbarazzante: "Dalla grande calamità una valanga di opportunità"

Rigopiano, il convegno imbarazzante: “Dalla grande calamità una valanga di opportunità”

ROMA – Rigopiano, il convegno imbarazzante: “Dalla grande calamità una valanga di opportunità”. Tante le reazioni sia politiche che sui social network ma anche degli addetti ai lavori al titolo del convegno previsto domani a Teramo, e ospitato dall’ Università, ‘Dalla grande calamità una valanga di opportunità’, che ha subito richiamato alla mente la tragedia dell’hotel Rigopiano travolto da una valanga sotto cui sono morte 29 persone e di cui proprio il 18 giugno scorso si sono commemorati i 5 mesi dal quel 18 gennaio.

Il rettore dell’università di Teramo, Luciano D’Amico, ha poi “disposto l’annullamento della giornata di studi” prevista domani nell’ateneo dopo le polemiche scaturite dal titolo del convegno, “Dalla grande calamità una valanga di opportunità”. “Lo spirito dell’iniziativa era opposto a quello desumibile dalla infelice titolazione” si legge sul sito dell’università. “In ogni caso, il Rettore, alla luce dell’incolpevole equivoco che vede coinvolta suo malgrado l’Università di Teramo, si scusa per quanto accaduto”.

Dietro al titolo l’immagine della locandina evoca proprio quella valanga. Sara Marcozzi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, afferma in una nota che “l’unica opportunità che si è persa è quella di tacere. Dopo la tragedia di Rigopiano, le vittime, i milioni di euro di danni alle imprese, le inefficienze della Regione, la carenza di mezzi di soccorso che ci hanno portato a donare una turbina spalaneve alla Protezione Civile Abruzzese – prosegue Marcozzi – leggere il vergognoso titolo di questo convegno fa rabbrividire”.

Il consigliere pentastellato, infine, invita “il presidente della Regione Luciano D’Alfonso, il rettore D’Amico, il sindaco Brucchi, il presidente della Provincia Di Sabatino e gli organizzatori, a chiedere scusa e annullare il convegno”. Difficile stabilire la paternità dell’iniziativa. Tanti i loghi che compaiono nella fascia superiore al titolo contestato.

Nell’ordine: Accademia italiana di Scienze Forestali – Firenze; Istituto Zooprofilattico G.Caporale di Teramo; Regione Abruzzo; Comando unità tutela forestale ambientale e agroalimentare Carabinieri; Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga; Fondazione Gran Sasso; Università degli Studi di Teramo. Introduzione e moderazione affidata al vicepresidente dell’Accademia di scienze forestali, Raffaello Giannini.

Tra gli interventi quello del comandante del Gruppo Carabinieri Forestale Teramo, Gualberto Mancini, e dell’assessore regionale all’Agricoltura, Dino Pepe. “Credo sia davvero qualcosa di pessimo gusto e l’espressione di una macabra umanità. Lo scorso gennaio, infatti, a molte persone quella valanga non ha dato opportunità, bensì ha portato via per sempre l’affetto dei propri cari”, commenta il deputato abruzzese di Forza Italia Fabrizio Di Stefano.

To Top